Sistemi fumari a servizio di più utenze
AREA TECNICA

Sistemi fumari a servizio di più utenze

24 Mag 2022
0
Filtri >

Lo smaltimento fumi all’interno e all’esterno di palazzi e immobili residenziali

Lo smaltimento fumi dall’interno all’esterno di un’abitazione è il compito specifico di un sistema fumario. Ma cosa succede quando i fumi di scarico provengono da diversi appartamenti all’interno di un unico immobile? In questo caso serve un sistema di scarico fumi collettivo.

 

Canne fumarie singole e canne fumarie collettive

L’installazione di una canna fumaria in condominio può rendersi necessaria per espellere i prodotti di combustione dell’impianto di riscaldamento centralizzato dello stabile, che serve indifferentemente tutte le unità abitative presenti all’interno, oppure a esclusivo servizio di un impianto presente in un solo appartamento, come per esempio nel caso di un condomino che decide di acquistare una stufa a pellet per il proprio salotto.

In questo secondo caso, chi è interessato all’installazione di una canna fumaria privata in un condominio è tenuto a verificarne la fattibilità all’interno del regolamento condominiale – dove potrebbero essere previsti espliciti divieti – e del regolamento edilizio del comune di riferimento. Quest’ultimo documento fissa la distanza minima tra canna fumaria e edifici vicini che deve essere rispettata allo scopo di evitare problemi in termini di sicurezza, inquinamento e impatto estetico.

 

Prodotti e soluzioni per sistemi fumari condominiali

Se l’installazione di sistemi fumari individuali in condominio avviene solitamente mediante il ricorso a sistemi doppia parete che corrono esternamente lungo i muri perimetrali dell’edifico, la canna fumaria condominiale che serve l’impianto centralizzato si trova più spesso internamente ai palazzi, specialmente quelli meno recenti. In questo caso le soluzioni di fumisteria per condomini possono essere sistemi fumari collettivi di diverso tipo, come per esempio i condotti collettivi combinati o le canne fumarie ramificate (scopri di più sui sistemi fumari collettivi), per riuscire a convogliare i fumi di scarico provenienti dai diversi appartamenti ai vari piani del condominio in un unico condotto centrale che li espella poi in atmosfera alla sommità dell’edificio (scarico a tetto).

Oggi per condomini più datati c’è inoltre la possibilità di risanare e riutilizzare i vecchi condotti in laterizio o in muratura sfruttandoli per installare canne fumarie di nuova generazione. Questo tipo di intervento, spesso collegato a opere di ristrutturazione ed efficientamento energetico degli edifici come la sostituzione della caldaia condominiale con un impianto di riscaldamento sostenibile e oggetto di incentivi fiscali, può essere effettuato mediante l’intubamento della canna fumaria in condominio e può anche sfruttare vani tecnici o cavedi condominiali per il passaggio dei tubi: scopri di più.

Condividi la notizia

Ti potrebbe interessare anche...

sdmm-1.jpg
13 Giu
AREA TECNICA

La designazione prodotto UNI EN 1856-2 2009 per camini metallici

Il complesso mondo delle normative per canne fumarie e dispositivi per smaltimento fumi prevede, tra...

comignolo-terminale-canna-fumaria-tipologie-modelli-demarinis.jpg
01 Giu
AREA TECNICA

Comignolo per camino: guida alla scelta

  Scegliere il terminale del camino è parte integrante dell’installazione di una canna fumari...

pulizia-stufa-pellet.jpg
16 Mag
AREA TECNICA

La pulizia della stufa a pellet

La corretta e regolare manutenzione degli impianti domestici è il modo migliore per garantire la du...

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e si applicano le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Tutti i campi sono obbligatori

< Chiudi

NOTIZIE PIÙ LETTE

UN ESEMPIO DI SCARICO VIETATO
07 Set
AREA TECNICA

SCARICO A PARETE: UN COMPORTAMENTO IRRESPONSABILE

FACCIAMO CHIAREZZA! Il decreto legislativo 102 del 04 luglio 2014 indica come unico luogo di evacuazione dei fumi e dei vapori di cottura la sommit...

Lunedì 01 Ottobre 2018

SISTEMA SICURO